dintorni

Piazza Armerina è una città d’ arte e cultura, famosa nel mondo per i mosaici romani della Villa del Casale.

La Riserva naturale orientata Cavagrande del Cassibile è stata istituita nel 1990 al fine di conservare la vegetazione naturale, ripristinare la vegetazione forestale mediterranea e preservare le ricchezze archeologiche.

Tra i più importanti centri del Siracusano, Palazzolo Acreide vanta un'antichissima storia, risalente ai Corinzi di Siracusa che la fondarono nel 661 a.C.

L'oasi naturale di Vendicari rappresenta una delle aree protette piu' interessanti della Sicilia. 

Modica, in provincia di Ragusa, è un piccolo paradiso tardo barocco, sorto dalle ceneri del disastroso terremoto del 1963.

A pochi chilometri da Palazzolo Acreide, arroccato su un colle, si trova Buscemi, un paese-museo che conserva l'agglomerato di un insediamento trogloditico che ricorda le antiche origini del borgo di Buscemi.

Pantalica, o meglio la necropoli rupestre di Pantalica, è una località naturalistico-archeologica della provincia di Siracusa. 

Scicli sorge alla confluenza di tre Valli, ossia Val di Modica, di Santa Maria la Nova e di San Bartolomeo, note localmente come Cave.

Ragusa Ibla è il fulcro della città di Ragusa, il suo quartiere più affascinante grazie ai numerosi palazzi e chiese che vi si trovano.

Caltagirone è un importantissimo centro di produzione di ceramiche e costituisce un forte richiamo per quanti hanno a cuore l'artigianato d'arte

Completamente distrutta dal terremoto del 1693 e ricostruita interamente nel XVIII secolo, Noto è l'indiscussa capitale del barocco siciliano, riconosciuta Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

Secondo Tito Livio, Siracusa è la più bella e la più nobile tra le città greche. Solo a Siracusa si possono vivere irrepetibili esperienze