Secondo Tito Livio, Siracusa è la più bella e la più nobile tra le città greche. Solo a Siracusa si possono vivere irrepetibili esperienze

tali da avvincere anche il più frettoloso dei viaggiatori..

Siracusa è stata sicula, romana, bizantina, araba, normanna, sveva, aragonese, catalana, borbonica, e di queste sue molteplici realtà storiche conserva ricche ed affascinanti testimonianze.

Da vedere:

  • Il Museo Archeologico, tra i più importanti del mondo e di moderna concezione espositiva. Tra i pregevoli e numerosi reperti, si segnala la Venere Anadiomene;
  • L'Orecchio di Dionigi, grotta nella quale il tiranno Dionigi faceva richiudere i prigionieri per carpirne i discorsi grazie al fenomeno di amplificazione dei suoni che la particolare conformazione conferisce all'antro;

  • Il teatro Greco, il più insigne dei monumenti di tutto il mondo greco d'Occidente. Dal 1914 l'Istituto Nazionale del Dramma Antico vi organizza le rappresentazioni classiche in cui rivivono i drammi di Sofocle, Eschilo ed Euripide;
  • 
La grotta dei Cordari, amplissimo scavo, la cui volta intatta, irregolare e poggiata su pilastri sottili, mostra come procedeva il lavoro di escavazione;
  • I templi di Apollo (VII seca.C.), di Athena (V sec.a.C.), di Zeus (V sec.a.C), l'Ara di Ierone (III sec.a.C.) e le antiche Latomie;

  • Il complesso catacombale, tra i più vasti esistenti. Nella cripta medievale annessa alla catacomba di S.Giovanni forse pregò Santa Lucia, vergine e martire siracusana che patì il martirio durante la persecuzione di Diocleziano;
  • L’isola di Ortigia e i suoi splendidi palazzi barocchi, le sue imponenti piazze scenografiche. Stratificazioni di secoli fanno di Ortigia uno scenario unico ed indimenticabile.