Tra i più importanti centri del Siracusano, Palazzolo Acreide vanta un'antichissima storia, risalente ai Corinzi di Siracusa che la fondarono nel 661 a.C.

 

Citata da antichi storici, è ricordata da Tucidide, Livio e Silvio Italico che ne hanno narrato le vicissitudini.

Nella sua storia non mancano le dominazioni bizantine e normanne. Dal 1104 si avvicendarono diverse baronie per finire ai Principi Ruffo di Calabria.

Di tutto ciò rimangono bellissime testimonianze architettoniche: dal suggestivo teatro greco - prestigioso monumento definito da Paolo Orsi "Teatro del cielo" - al Battistero bizantino. Dalle Latomie greche, romane e cristiane, ai famosissimi Santoni - che rappresentano il più vasto complesso di figurazioni relative al culto della Magna Mater che il mondo antico ci abbia lasciato. Altrettanto significative le chiese, i palazzi nobiliari ed i suoi quartieri settecenteschi.

Infine, la casa museo "A. Uccello", centro di raccolta di testimonianze delle tradizioni popolari e contadine di notevole interesse etno-antropologico.

Notevoli anche le manifestazioni folcloristiche dal presepe vivente di Natale ai carri allegorici del Carnevale. Numerose le manifestazioni religiose, tra cui le feste del patrono S. Paolo e quella di S. Sebastiano che si distinguono per singolarità e magnificenza. A maggio, il teatro greco accoglie il Festival Internazionale del Teatro classico dei giovani.